Strumenti personali

Eventi

  • 5 per mille

    1 gennaio 2018



    Codice Fiscale FONDAZIONE DELLA RSI - ISTITUTO STORICO

    CF:91229450373

    Sul sito dell'agenzia delle entrate è disponibile l'elenco 2017 degli enti fruitori del 5 per mille.


  • Riunione Culturale

    25 novembre 2018

    Via Cicogna, 66, Terranuova Bracciolini, AR, Italia

    Carlo e Giorgio Viale
    La difesa di Genova 1943-45, seconda parte
  • Riunione Culturale

    24 febbraio 2019

    Via Cicogna, 66, Terranuova Bracciolini, AR, Italia

    Daniele Trabucco
    La RSI nel contesto internazionale
  • Assemblea dei Soci Aderenti

    14 aprile 2019

    Via Cicogna, 66, Terranuova Bracciolini, AR, Italia

    Alessandro Brignole
    Attentati Gappisti a Milano

Pietro Fiaschi

Da FondazioneRSI.

Pietro Fiaschi nasce a Livorno il 7 novembre 1889. Compiuti gli studi elementari e medi, il 15 aprile 1909 risponde al Servizio di Leva. A Torino il 7 novembre 1910 viene ammesso all'Accademia Militare per le Armi di Artiglieria e Genio e il 9 maggio 1912 consegue il grado di Sottotenente di Artiglieria, sesto su centotrenta Allievi al termine dei Corsi, rifiutando però il Servizio Permanente Effettivo-Spe per motivi familiari e per proseguire negli studi matematici.

Il 2 agosto 1914, con il giuramento, inizia il Servizio di prima nomina presso il 27. Reggimento Artiglieria Campale di stanza a Milano, che ultima il 31 ottobre dello stesso anno. Volontario dal 2 febbraio 1915, allo scoppio della guerra è in territorio di operazioni, sempre con il 27. Reggimento Artiglieria, inquadrato nella 2. Batteria del 1.Gruppo, e il 23 dicembre 1915 viene promosso Tenente. Combatte dal 16 agosto 1916 con la 94. Batteria del 31.Gruppo Bombarde e nel 1917 con la 53. Batteria, prima inserita nel 37. Gruppo Bombarde e poi nel 16. Gruppo Bombarde.

Promosso Capitano il 12 aprile 1917 passa nell'ottobre al 101.Gruppo Bombarde. Nel.1919 è nella Riserva Generale d' Artiglieria a Legnago (VR) e poi al Deposito del 27. Reggimento Artiglieria quale studente universitario per ultimare che gli studi presso l'Università di Pavia. Primo Capitano dal 12 aprile 1929 e Maggiore dal 2 novembre 1933, è Tenente Colonnello dal 12 agosto 1937. Richiamato l'1 settembre 1939 viene assegnato alla Milizia Artiglieria Marittima – MIL.MART , Specialità della MVSN di nuova istituzione (dal 1935 Milizia da difesa costiera- M. da cos ), già dipendente dall'Ispettorato Milizie Controaerei e Artiglieria Marittima, e che dal 1940, forte di 10 Legioni Territoriali e 25 mila Volontari, passerà alle dipendenze operative della Regia Marina.

Dall'11 giugno 1940 è inquadrato nella Milizia Artiglieria Contro Aerea – MACA, la Specialità della MVSN (dal 1930 Milizia per la Difesa Aerea Territoriale - D.A.T. e dal 1940 Milizia per la Difesa Contro Aerea Territoriale – DI.C.A.T.), che forte di 22 Legioni e 80 mila Volontari e con ultimo Comandante fino al 25 luglio 1943 il Luogotenente Generale Alberto Galamini (Giorgio Vaccaro sarà è un virtuale Comandante nei 45 giorni regi) è alle dipendenze operative del Regio Esercito. Quale Console Generale MVSN gli viene affidato il Comando per la difesa di Roma e del porto Nettunia- Anzio e in operazioni nel Mediterraneo dal novembre 1942 al settembre 1943. Docente di calcolo superiore, approfondisce studi sui simboli matematici del calcolo integrale.

Dopo l'8 settembre si mette a disposizione di Galamini che stava ricostituendo, sotto il vecchio nome del 7 novembre 1938, la Milizia Controaerei nel Centro-Nord Italia in quattro Depositi (Monza, Padova, Bassano e Mestre) e sede a Roma e dal 10 dicembre a Riolo Bagni (RA), con Capo di S.M. il Console Generale Giuseppe Giorgi, poi Comandante del Corpo quando dall' 1 gennaio 1944 con il nome Artiglieria Controaerei - AR.CO. diviene un Corpo autonomo dell'ANR e nuova sede da fine gennaio è a Casalecchio di Reno,Villa Federzoni (BO), trasferita a fine luglio 1944 nella Villa Giuliari ad Albarè di Costermano.(VR). Dal 9 febbraio 1944, ricorrenza della Repubblica Romana, in occasione del giuramento degli Ufficiali AR.CO., presente il Generale di C. d' A., Comandante 202. C.M.R di Bologna, e con Capo di S.M. il Colonnello Vittore Franzosini, assume la guida dell' AR.CO., mantenendola fino allo scioglimento del 28 aprile 1945 a Bolzano.

Consegnatosi agli americani, fino ai primi di novembre 1945 resta ristretto nel recinto Ufficiali del campo di concentramento di Coltano (PI). Cinque anni dopo è privato dal fruire dei benefici di guerra per aver aderito alla RSI (Circolare Ministeriale n. 0 / 716 / 3 S.C. del 13 dicembre 1950). Collocato dal 15 agosto 1947 nella Forza in congedo del Distretto di Verona, poi per cambio di residenza nel Distretto di Chieti, e l'1 maggio 1954 nella Riserva. L'8 novembre 1954 è posto in congedo assoluto con il declassato grado di Tenente Colonnello. Insegna matematica in un Collegio religioso pugliese.

Muore a Vasto (CH) il 27 settembre 1957.