Strumenti personali

Eventi

  • 5 per mille

    1 gennaio 2018



    Codice Fiscale FONDAZIONE DELLA RSI - ISTITUTO STORICO

    CF:91229450373

    Sul sito dell'agenzia delle entrate è disponibile l'elenco 2017 degli enti fruitori del 5 per mille.


  • Riunione Culturale

    25 novembre 2018

    Via Cicogna, 66, Terranuova Bracciolini, AR, Italia

    Carlo e Giorgio Viale
    La difesa di Genova 1943-45, seconda parte
  • Riunione Culturale

    24 febbraio 2019

    Via Cicogna, 66, Terranuova Bracciolini, AR, Italia

    Daniele Trabucco
    La RSI nel contesto internazionale
  • Assemblea dei Soci Aderenti

    14 aprile 2019

    Via Cicogna, 66, Terranuova Bracciolini, AR, Italia

    Alessandro Brignole
    Attentati Gappisti a Milano

Ezra Weston Loomis Pound

Da FondazioneRSI.

Ezra Weston Loomis Pound nasce il 30 ottobre 1885 ad Hailey (ID) e muore a Venezia l’1 novembre 1972. La famiglia, di Puritani della Nuova Inghilterra e di Quaccheri della Pennsylvania, lascia il Nord Ovest degli Stati Uniti e si stabilisce vicino alla costa atlantica, in Pennsylvania, presso Filadelfia. A Londra nel 1914 sposa l’attrice Doroty Shakespear dalla quale avrà a Parigi, nel 1926, il figlio Omar. Però nel 1925 da Olga Rudge, a Bressanone (BZ), nasce l’amata figlia Mary.

Studia greco e latino alla Scuola Militare di Cheltenham (PA) e anche lingue, dal 1901, alla Pennsylvania University - Arts and Letters e all’Hamilton College di Clinton (CT). Nel 1906 compie il primo viaggio in Spagna e in Italia. Nel 1907 è docente di letteratura spagnola e francese al Wabash College di Crawfordsville (IN), ma dopo quattro mesi viene cacciato perché amoreggia nella sua stanza con una attrice. Poi, squattrinato giornalista e musicista, è a Londra, Parigi e Venezia, dove nel 1908 pubblica UN LUME SPENTO, il primo di oltre 70 libri di poesie, oltre le tante traduzioni dal cinese e dal giapponese. Nel 1913 la vedova del filologo Fenellosa gli affida i manoscritti del marito ed rimane attratto dall’imagismo, un movimento poetico britannico che propone un’arte di immagini dure e nette. Inizia lo studio della cultura cinese che influenzerà la concezione della sua opera maggiore, i CANTOS, concepita come poesia ideologica.

Dal 1914 aiuta il poeta irlandese Yeats e inizia a pensare ai CANTOS ai quali lavora fino alla morte, dal 1917, anno in cui appaiono i primi tre sulla Rivista POETRY. I migliori, gli undici PISAN CANTOS, sono scritti nel 1945 in prigionia a Metato di Pisa. E’molto critico con l’usura.

Stabilitosi dal 1921 a Parigi, nel 1925 si trasferisce a Rapallo e vi resta fino al 1945, in due case, sia con Dorothy che con la fascista Olga. Nel 1933 incontra Mussolini e collabora a L’INDICE di Genova. Tiene conferenze all’Università Bocconi di Milano. Nel 1939 va negli Stati Uniti per evitare l’entrata in guerra degli americani, ma Roosevelt non lo riceve. L’Hamilton College gli conferisce Laurea h.c.. Dopo il 10 giugno 1940 all’EIAR, in inglese, ribadisce il pensiero “libertà di parola, senza libertà di parola alla Radio, equivale a zero” e rimprovera a Roosevelt l’alleanza con Stalin. Nel 1944 a Zoagli (GE) scrive in italiano due CANTOS, il LXXII (distruzione di Rimini e morte di Marinetti) e il LXXIII, pubblicato su MARINA REPUBBLICANA l’1 febbraio 1945.

Nel 1943 viene accusato di tradimento dal Tribunale della Capitale USA (Distretto di Columbia). Il 3 maggio 1945, obbligato da partigiani, assieme ad Olga si reca al Counter Intelligence Corps di Genova, che lo trattiene per un mese. Internato in Toscana nel Campo 335 di Metato, dopo tre settimane in una gabbia del Disciplinary Training Centre, passa in infermeria Trasferito in America nel novembre 1945 non viene processato per tradimento, ma dichiarato pazzo e rinchiuso fino al 1958 nel manicomio criminale di Saint Elisabeth presso Washington. Su pressione di molti intellettuali, ottiene il passaporto e così è di nuovo in Italia, a Tirolo-Brunnenburg (BZ) presso la figlia Mary sposata con Boris de Rachelwitz. Nel 1961 viene ricoverato per malattia a Roma e Merano. Dal 1962 vive con Olga a Venezia e a Sant’Ambrogio di Rapallo. Giace nell’isola veneziana di S.Michele accanto ad Olga, sopravvissuta 26 anni.