Strumenti personali

Eventi

  • 5 per mille

    1 gennaio 2019



    Codice Fiscale FONDAZIONE DELLA RSI - ISTITUTO STORICO

    CF:91229450373

    Sul sito dell'agenzia delle entrate è disponibile l'elenco 2018 degli enti fruitori del 5 per mille.
  • Riunione Culturale

    23 febbraio 2020

    Via Cicogna, 66, Terranuova Bracciolini, AR, Italia

    Gianfranco Stella

    Compagno Mitra
  • Riunione Culturale

    21 giugno 2020

    Via Cicogna, 66, Terranuova Bracciolini, AR, Italia

    Enrico Persiani

    Giovanni Gentile - 3

    Pietro Cappellari

    I GAP a Roma
  • Riunione Culturale

    13 settembre 2020

    Via Cicogna, 66, Terranuova Bracciolini, AR, Italia

    Ernesto Zucconi

    Torino e la RSI

    Mauro Franciolini

    I GAP a Firenze
  • Riunione Culturale

    22 novembre 2020

    Via Cicogna, 66, Terranuova Bracciolini, AR, Italia

    Paolo Ciuffoni Stanghini

    Il I Gruppo Caccia ANR
  • Riunione Culturale

    21 febbraio 2021

    Via Cicogna, 66, Terranuova Bracciolini, AR, Italia

    Luca Bonanno

    Ather Capelli
  • Assemblea dei Soci Aderenti

    18 aprile 2021

    Via Cicogna, 66, Terranuova Bracciolini, AR, Italia

  • Riunione Culturale

    27 giugno 2021

    Via Cicogna, 66, Terranuova Bracciolini, AR, Italia

    Enrico Persiani

    Giovanni Gentile - 4
  • Riunione Culturale

    12 settembre 2021

    Via Cicogna, 66, Terranuova Bracciolini, AR, Italia,

    Maurizio Ravaglia

    Resistenza Bugiarda

    Dario Castagnoli

    I GAP a Bologna

Arrigo Tessari

Da FondazioneRSI.

Arrigo Tessari nasce e muore a Belluno (7 gennaio 1897 - 5 settembre 1971). Durante la 1.G.M. è Tenente pilota della Regia Marina in Albania con l'85. Squadriglia Caccia e diviene Ufficiale in S.p.e.il 19 marzo 1919. Nel 1923 è nella appena costituita Regia Aeronautica quale Comandante della 89. Squadriglia Caccia. Dopo aver partecipato alle operazioni per riconquista della Libia comanda in Spagna il 6. Stormo Caccia Terrestre. Quale Comandante del 53. Stormo Caccia Intercettori operante nel Mediterraneo dal 10 giugno 1940, dopo 5 giorni in Provenza con biplani C.R.42 distrugge 4 aerei francesi. Dal 15 agosto 1940 assume il comando dell'Aeronautica in Albania e dopo la resa della Grecia del 21 aprile 1941 ha ad Atene quello delle Forze Aeronautiche Italiane competenti per la Grecia esclusi la Macedonia e l'isola di Creta.

E' Generale di Brigata Aerea dal 26 febbraio 1942 e con questo grado dopo aver aderito insieme ad altri 300 Piloti alla Repubblica Sociale Italiana diviene l'8 marzo 1944 Sottosegretario dell'Aeronautica Nazionale Repubblicana e Capo di Stato Maggiore, avvicendando la Medaglia d'Oro Ernesto Botto. Resta in carica fino al 26 luglio, ma mantiene fino al 20 agosto le funzioni di Capo di Stato Maggiore, funzioni trasferite in modo definitivo il 6 settembre 1944 al Tenente Colonnello Giuseppe Baylon, già Sottocapo di S.M. operativo dal 23 settembre 1943. Dal 20 agosto al 5 settembre ha funzioni di Capo di S.M. il Tenente Colonnello Remo Cadringher, Sottocapo di S.M. dal il 25 giugno. La sede del Sottosegretariato, passata nel dicembre 1943 dalla sede di Roma di Viale dell'Università a Villa Melzi d'Eril in Bellagio, dall'ottobre 1944 a fine guerra è a Milano presso la 1.ZAT, in Piazza Italo Balbo.