Strumenti personali

Eventi

  • 5 per mille

    1 gennaio 2018



    Codice Fiscale FONDAZIONE DELLA RSI - ISTITUTO STORICO

    CF:91229450373

    Sul sito dell'agenzia delle entrate è disponibile l'elenco 2017 degli enti fruitori del 5 per mille.


  • Riunione Culturale

    25 novembre 2018

    Via Cicogna, 66, Terranuova Bracciolini, AR, Italia

    Carlo e Giorgio Viale
    La difesa di Genova 1943-45, seconda parte
  • Riunione Culturale

    24 febbraio 2019

    Via Cicogna, 66, Terranuova Bracciolini, AR, Italia

    Daniele Trabucco
    La RSI nel contesto internazionale
  • Assemblea dei Soci Aderenti

    14 aprile 2019

    Via Cicogna, 66, Terranuova Bracciolini, AR, Italia

    Alessandro Brignole
    Attentati Gappisti a Milano

Amedeo II di Savoia

Da FondazioneRSI.

Amedeo II di Savoia nasce con il titolo di Duca delle Puglie a Torino il 21 ottobre 1898. Mentre a Napoli frequenta il Collegio Militare della Nunziatella, parte Volontario allo scoppio della guerra con il Reggimento Artiglieria Voloire sul Carso. Con il 34.Reggimento Artiglieria da campagna il 16 dicembre 1915 è Sottotenente. Tenente nel 1916, viene promosso Capitano per merito di guerra il 30 maggio 1917.

Dopo il conflitto con lo zio Luigi Amedeo Duca degli Abruzzi partecipa all'esplorazione del fiume Uèbi Scebèli in Somalia e il risultato è una fattoria per la coltivazione del cotone e della canna da zucchero, la costruzione di una ferrovia e del Villaggio Duca degli Abruzzi. Rimpatriato, consegue la maturità liceale nel 1921 a Torino. Nel 1923 per 13 mesi va a lavorare in Congo con il nome Amedeo della Cisterna.

Maggiore dal 1923, alla Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Palermo nel 1927 si laurea in Diritto Coloniale con una Tesi è sui concetti informatori dei rapporti giuridici fra gli Stati moderni e le popolazioni indigene delle colonie. Nello stesso anno, a Napoli, il 5 novembre sposa la cugina Anna Di Guise Orleans e ha due figlie: Margherita Isabella e Maria Cristina .

Dal 1929 in Libia con le Truppe Cammellate, al rientro nel 1931 è Colonnello Comandante del 23. Reggimento Artiglieria a Trieste. Ha il titolo di Duca d'Aosta alla morte del padre il 4 luglio 1932 . Con il brevetto di Pilota dal 1926, il 2 maggio 1932 entra in Aeronautica e a Gorizia ha il comando del 21.Stormo Ricognizione Terrestre, del 4. Stormo Caccia, della 3. brigata Aerea, della Divisione Aquila e il 16 novembre 1937 il grado di Generale di Squadra Aerea insieme alla cittadinanza onoraria di Trieste e di Gorizia.

E' Vicerè d'Etiopia, dopo Rodolfo Graziani, dal 21 dicembre 1937 fino a quando dopo gli strenui combattimenti dal 17 aprile al 19 maggio 1941 all'Amba Alagi, nel Tigrè, con neppur 7 mila difensori di cui 3 mila fedeli Ascari con famiglie, contro 25 mila britannici e 16 mila ribelli di Ras Seyum attaccanti, il 23 maggio cede la carica a Pietro Gazzera, che resta in carica fino al definitivo termine delle operazioni militari in Africa Orientale del 27 novembre 1941. Il Generale Pietro Gazzera era nel Galla Sidama, mentre il Generale Guglielmo Nasi resisteva nell'Amhara.

Ottenuti l'onore delle armi e l'evacuazione di 2.500 superstiti, però abbandonati alla razzia degli indumenti da parte degli abissini, viene tradotto con un aereo via Sudan-Uganda, in prigionia isolata nella zona malarica di Dònyo Sàbouk, 70 chilometri dalla capitale del Kenya. Dove risiede con cinque addetti non è distante dal 357 PW Camp di Mituribi, ma non gli viene mai concesso di entrare in quel campo di prigionieri italiani.

Muore per tubercolosi e malaria contratta in prigionia nell'Ospedale militare di Nayrobi il 2 marzo 1942. Prigioniero non cooperatore di rango reale, giace nel Sacrario dei 676 prigionieri non cooperatori sepolti in Kenya, a Nyeri, accanto ai suoi Soldati. E' un Caduto onorario della RSI.