Strumenti personali

Eventi

  • 5 per mille

    1 gennaio 2018



    Codice Fiscale FONDAZIONE DELLA RSI - ISTITUTO STORICO

    CF:91229450373

    Sul sito dell'agenzia delle entrate è disponibile l'elenco 2017 degli enti fruitori del 5 per mille.


  • Riunione Culturale

    25 novembre 2018

    Via Cicogna, 66, Terranuova Bracciolini, AR, Italia

    Carlo e Giorgio Viale
    La difesa di Genova 1943-45, seconda parte
  • Riunione Culturale

    24 febbraio 2019

    Via Cicogna, 66, Terranuova Bracciolini, AR, Italia

    Daniele Trabucco
    La RSI nel contesto internazionale
  • Assemblea dei Soci Aderenti

    14 aprile 2019

    Via Cicogna, 66, Terranuova Bracciolini, AR, Italia

    Alessandro Brignole
    Attentati Gappisti a Milano

Alberto Galamini

Da FondazioneRSI.

Galamini Alberto Francesco Luigi nasce ad Jesi (AN) il 9 luglio 1881. Terminati gli studi liceali e il corso Allievi Ufficiali con prima nomina a Sottotenente nell'82. Reggimento Fanteria intraprende la carriera militare dopo aver concluso con successo la Scuola di Guerra di Torino.

Partecipa alla conquista della Libia durante la guerra italo-turca 1911-1912. Poi quale Capitano in Spe, destinato al 52. Reggimento Fanteria, combatte nella 1.Guerra Mondiale Addetto allo S.M. della Divisione PERUGIA. Promosso Maggiore è Sottocapo di S.M. del XXV Corpo d'Armata e con il grado di Tenente Colonnello è Capo di S.M. della 31. Divisione. Insegnante di tattica al corso pratico sul servizio di S.M. a Como, prima che termini la guerra è Capo Ufficio Servizi al Comando Armate del Grappa.

Dal 1920 è Tenente Colonnello in Ausiliaria e sarà Colonnello nel 1924. Dal dicembre 1923 al settembre 1927 comanda per cinque mesi la Coorte Urbino-Montefeltro e poi la 108. Legione CC.NN. Stamira di Ancona con il grado di Console della MVSN e con quello di Console Generale assume l'interim della IX Zona CC.NN. di Perugia dal settembre 1927 all'agosto 1929. Nel settembre 1929 assume il comando del XVIII Gruppo Legioni Marche-Zara e dal novembre 1930 all'aprile 1935 con il grado di Luogotenente Generale è Capo del Reparto Personale e Disciplina del Comando Generale MVSN.

Iscrittosi al PNF nel 1923, dopo essere stato nel Gruppo Nazionalista di Torino e in quello di Urbino, e divenuto Segretario del Fascio di Urbino quando avvenne la fusione tra nazionalisti e fascisti, dal 26 febbraio 1923 al 23 luglio 1931 è Commissario Straordinario della Federazione dei Fasci di Udine. Ad inizio 1927 viene nominato Giudice del Tribunale per la Difesa dello Stato.

In AOI è Vice Comandante della Divisione 1. CC.NN. 23 MARZO implacabile costituita il 23 aprile 1935, agli ordini di Ettore Bastico e poi di Emanuele Filiberto Savoia-Genova e di Domenico Siciliani, e dopo il rimpatrio comanda la VI Zona MVSN di Bologna.

Dal luglio 1937 è Comandante della Milizia Artiglieria Controaerea e Marittima e dal settembre 1940 fino al 25 luglio 1943 della M.A.C.A.,che ricostituirà subito dopo l'8 settembre mantenendone il comando fino al suo incorporamento l'1 gennaio 1944 nell'Aeronautica Nazionale Repubblicana.

In RSI, fino alla morte per malattia il 9 settembre 1944 a Brescia, è Presidente del Tribunale Supremo Militare con sede a Parma.